IL VIAGGIO

Nel settembre 2020 partii per l’Africa con la spedizione documentaristica Overland 20 nelle vesti di assistente operatore video e fotografo della spedizione. Ebbi così modo di vedere nazioni e territori di cui fino a quel momento sapevo poco o nulla.
Questa esperienza mi insegnò moltissimo, facendomi cambiare profondamente come persona.
Deciso a raccontare ciò che avevo avuto la fortuna di vivere mi misi a organizzare una mostra fotografica itinerante con i miei migliori scatti catturati nelle sette nazioni attraversate. 

IL PROGETTO

Mi sono chiesto a lungo quale fosse il modo migliore per raccontare la mia esperienza e soprattutto su quali argomenti avrei dovuto concentrare maggiormente l’attenzione.
Una delle prime lezioni imparate in quei mesi fu infatti che in Africa si viene bombardati da tanti stimoli che diventa spesso difficile trovare un filo rosso per collegare tutte le storie che si vorrebbe raccontare.
Scelsi così di mostrare ciò che mi aveva colpito in modo maggiore, ciò che mi aveva lasciato davvero sconvolto la prima volta che mi ci imbattei: l’inquinamento.
Scoprii infatti che l’Africa selvaggia a lungo immaginata quasi non esisteva più (per lo meno nei territori dell’Africa Occidentale da me visitati) in quanto trasformata in una discarica a cielo aperto per i rifiuti che la società di stampo occidentale continua a produrre

Deciso così a seguire questo percorso pensai che sarebbe stato interessante far fare al visitatore lo stesso percorso mentale che avevo fatto io, mostrando per primi gli stereotipi e ciò che mi aspettavo di trovare, sia nel bene che nel male, per poi mostrare la triste realtà dell’inquinamento.
Capii però che le sole foto non sarebbero bastate a raccontare questo dramma sufficientemente a fondo, bisognava far rivivere al visitatore la stessa situazione da me vissuta nell’attraversamento delle foreste africane: fu così che progettai il tunnel che ha poi dato nome all’intera mostra, la Giungla di Colori, una galleria costruita in modo da richiamare l’aspetto della foresta e con il pavimento interamente ricoperto di plastica, plastica che il visitatore deve calpestare per poter attraversare l’installazione.
Solo questo avrebbe permesso di far capire la vera profondità di questo grave problema.

LE FOTO

L'animale

Parco Tacugama, Sierra Leone.
Questo scimpanzé appartiene ad una famiglia salvata da una ONG che si occupa di loro all’interno di un’area protetta alle porte di Freetown, la capitale: la deforestazione in Sierra Leone sta causando la scomparsa di questa specie.

La natura

Atlante, Marocco.
Mi persi purtroppo il primo tramonto africano a causa di una forte nebbia sulla catena montuosa dell’atlante. Fortunatamente però il giorno seguente ci trovammo davanti questo spettacolo.

Lo sguardo

Maka Nianguene, Senegal.
Spinto dal padre davanti all’obbiettivo questo bambino era così timido da non voler mai guardare in camera.

L'assalto

Foresta di Gola, Sierra Leone.
Attraversando la Foresta di Gola ci imbattemmo in un villaggio pieno di bambini che, attirati dal mio aspetto, non si staccarono da me per tutta la durata della mia permanenza nel villaggio.

La tradizione

York, Sierra Leone.
Una delle attività familiari più diffuse in questa zona è la lavorazione del grano: i vari membri della famiglia si danno il cambio e, durante i turni di riposo, cominciano allegramente a ballare tutti assieme.

L'affetto

York, Sierra Leone.
Quasi sempre accolti con grandi sorrisi capitava alle volte che alcuni bambini, specialmente nei villaggi più sperduti, rimanessero impauriti dal nostro arrivo: fortunatamente la tranquillizzante presenza materna li aiutava a superare ben presto questi timori.

L'infanzia

Labe, Guinea.
In questa zona mi scontrai per la prima volta con la durezza dell’infanzia in alcune regioni del mondo: dopo aver regalato un semplice paio di ciabatte a questo bambino ci ritrovammo fissati dal suo serio sguardo per degli interi minuti.

Il ristorante

Conakry, Guinea.
Faticai parecchio per scattare questa foto: le due donne che gestivano il ristorante (la bancarella) a bordo strada erano restie a farsi fotografare. Dovetti tornare più volte come loro cliente ordinando doppie razioni di cibo per riuscire a convincerne una a farsi scattare una sola fotografia.

L'incontro

Conakry, Guinea.
Scattai questa foto controvoglia: stavo camminando per Conakry, capitale della Guinea, per un sopralluogo, quando questo ragazzo mi chiese di inquadrarlo. Alzai la macchina solo per accontentarlo, ma quando rividi la foto lo ringraziai infinitamente per la sua richiesta.

La passeggiata

Mali, Guinea.
Seguii queste due signore durante la loro passeggiata serale per molto tempo fino ad arrivare a questo punto, luogo in cui i colori e la crepa centrale sul muro creavano un’armonia perfetta.

Il rientro

Nouakchott, Mauritania.
Vedere i pescatori rientrare dall’Oceano con la luce serale e l’incessante rumore delle onde fu qualcosa di davvero poetico.

La bellezza

Mali, Guinea.
Questa ragazza viveva in un villaggio tra le montagne che dividono la Guinea dal Senegal. Dubito sapesse cosa fossero i concorsi di bellezza, ma sono sicuro che ne avrebbe vinto più di uno: a volte nelle persone c’è un’eleganza innata.

Il sonno

Maka Nianguene, Senegal.
Scattai questa foto la prima volta che entrai in un villaggio africano: le emozioni furono talmente intense che presto mi sentii profondamente stanco, proprio come questa bambina, che immortalai un attimo prima che si addormentasse.

La povertà

Confine tra Marocco e Mauritania.
Tra queste due nazioni c’è un campo minato che genera ancora oggi molti rottami. Nonostante il pericolo è un luogo molto frequentato dalle popolazioni locali per via dei pezzi di ricambio che vi possono trovare.

Il porto

Nouakchott, Mauritania.
Il porto di Nouakchott, capitale della Mauritania, non è altro che una serie di barche di legno disposte in linea sulla spiaggia: questo permette di creare composizioni davvero uniche.

La foto

Guinguineo, Senegal.
Questa è di gran lunga la mia foto preferita.
Stavo giocando con dei bambini quando, correndo all’indietro, caddi. Subito i bambini mi vennero incontro, un po’ per deridermi e un po’ per aiutarmi, e fu proprio in quel momento che scattai.

Il saluto

Foresta di Gola, Sierra Leone.
Stavamo attraversando uno dei fiumi della foresta di Gola quando abbiamo visto una piccola imbarcazione solcare le acque e ci siamo così fermati per riprenderla.
Il ragazzo che la guidava ci notò, si alzò in piedi e cominciò a sbracciarsi per salutarci, creando una composizione davvero meravigliosa.

La simpatia

Parco Tacugama, Sierra Leone.
Spesso nella nostra mente gli animali sono molto più selvaggi di quello che sono nella realtà: ne è un esempio questo scimpanzé che, una volta capito che lo stavo fotografando, si metteva in posa ogni volta che lo inquadravo con il mio obbiettivo.

La visita virtuale

Avrei dovuto inaugurare il primo allestimento della mia mostra il 14 marzo 2020: purtroppo però il 7 marzo in Italia è cominciato il lockdown dovuto all’emergenza sanitaria conseguente alla diffusione del Covid-19. Senza farmi prendere dallo sconforto ho allestito la mostra nel mio box per realizzare questa visita virtuale.

Riproduci video

ordina la tua foto

É possibile acquistare la stampa di ciascuna delle foto esposte.
Le stampe sono disponibili in tre formati. Le stampe su alluminio sono numerate in 50 copie, una volta che sarà venduta la cinquantesima copia non verrà effettuata alcuna ristampa di quella determinata foto.
Per garantire l’esclusività delle stampe su alluminio ciascuna sarà numerata ed autografata.

PICCOLO

TELA
40x30cm

€40

Perfetta per essere appesa a qualsiasi tipo ti parete. Estremamente leggera non necessita di cornice. Stampata su tela professionale certificata e dona una qualità dell'immagine notevolmente migliore rispetto alla tela tradizionale. Il ritultato è una foto più nitida e colori più intensi.

MEDIO

ALLUMINIO
40x30cm

€70

Questa stampa su alluminio è abilmente trattata per prevenire i danni UV.
Grazie a materiali di ottima qualità i colori risultano particolarmente brillanti. Sottile ed elegante è un'ottima scelta per chi cerca una decorazione da parete dalle dimensioni contenute.

GRANDE

ALLUMINIO
60x40cm

€130

La scelta giusta per chi desidera il massimo della qualità. Il trattamento dell'alluminio lo preserva dai danni UV, mantenendo i colori nel tempo anche se esposta alle intemperie. La resa dei colori è perfetta e le grandi dimensioni permettono di godere di ogni dettaglio della foto.

Yoga

COMPRA IL FOTOLIBRO

FOTOLIBRO

€22

Non sai scegliere quale foto stampare? Comprale tutte! Con il nuovo fotolibro Giungla di Colori potrai sfogliare tutte le foto esposte durante la mostra accompagnate dai miei racconti e pensieri, ed è anche autografato! Stampato su carta fotografica lucida e con copertina morbida garantisce colori vividi e brillanti. Un regalo perfetto per tutti gli amanti dell'Africa, della fotografia e dei viaggi avventurosi.

Segui Giungla di Colori sui social!